22 Giugno 2024

Morgurth – “Blood Eagle”

“Blood Eagle”, è il nuovo lavoro di Morgurth a distanza di tre anni dall’uscita del debutto “…And Then There Shall Be Silence”. Il One Man Bad di Ferrara sembra ormai aver tracciato definitivamente il proprio sentiero artistico fondendo dell’ottimo Black Metal con tracce di Viking e Death Metal. Gli indizi sono evidenti, a partire dall’artwork classico del genere proposto, sino ad arrivare alla musica contenuta in questo nuovo album che estremizza l’ascolto dall’inizio alla fine senza un’attimo di pausa. Morgurth, con il suo sound , rende la proposta quanto più vicina al classico black metal di classica matrice norvegese; un percorso evolutivo cercando e riuscendo a rimanere al passo con gli attuali standard sonori .

Potenza e furia compositiva sono i due tasselli che si riscontrano in questi sette brani rendendo la scena musicale in questione ancora più brillante. In “Blood Eagle”, non mancano elementi di pregevole valore artistico, cavalcate che fiondano l’ascoltatore direttamente in un viaggio vorticoso. Riff che compongono strutture equilibrate e che danno quel giusto sapore di un epico e gelido black metal che si fondono alla perfezione, come già scritto, a vaghi richiami Viking.

Morgurth si presenta con un lavoro scuro, dalle atmosfere opache, e che riesce a rimanere fedele al suo marchio di fabbrica specifico, difficilmente riscontrabile in altre bands del genere. “Blood Eagle” è un album che può lasciare interdetti ai primi ascolti, ma che, nelle sue pieghe, contiene una serie di pezzi di tutto rispetto che vanno decisamente ad arricchire la discografia di questo musicista italiano.